Segreteria organizzativa
Comitato ProvincialeUNPLI Treviso
Tel. +39 0438 893385
segreteria@unpliveneto.it
www.unpliveneto.it
Profilo Facebook Fiori D'Inverno
 
Area di produzione dell’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP
 

L’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP viene prodotto in una zona che comprende 11 comuni e precisamente: Cimadolmo, Breda di Piave, Fontanelle, Mareno di Piave, Maserada sul Piave, Oderzo, Ormelle, Ponte di Piave, San Polo di Piave, Santa Lucia di Piave, Vazzola.

  • I produttori: circa 50 i produttori certificati.
  • Area coltivata: circa 100 ettari riservati alla produzione tutelata.
  • Quantitativo prodotto: circa 7 mila quintali di Asparago Bianco di Cimadolmo IGP
  • Zona di Produzione: la zona di produzione è formata dal territorio di 11 Comuni situati lungo il corso del fiume Piave, in Provincia di Treviso: Cimadolmo, Breda di Piave, Fontanelle, Mareno di Piave, Maserada sul Piave, Oderzo, Ormelle, Ponte di Piave, San Polo di Piave, Santa Lucia di Piave e Vazzola.
E’ stato il primo asparago in Europa a fregiarsi dell’Indicazione Geografica Protetta e ad iniziare quindi un percorso di tutela e promozione di questo peculiare prodotto tipico caratterizzato da una stagionalità brevissima (è sul mercato solo tra Aprile e Maggio) e da fasi di lavorazione assai limitate che ne garantiscono la genuinità.
Figlio di un particolare terreno sabbioso e fertile, lasciato in dono dalle acque limacciose del Piave, e delle tradizionali tecniche agricole dei contadini locali che si occupano di lavorare il terreno per renderlo bene drenato e si limitano a coprirlo con teli scuri per proteggerlo dalla luce. Il risultato è un germoglio assai bianco e particolarmente tenero.
Nel 2006 a Cimadolmo nasce la Strada dell'Asparago (www.stradadellasparago.it), associazione che raggruppa Produttori Ortofrutticoli, Pro Loco, Ristoratori e Comune di Cimadolmo. Alla strada dell'Asparago di Cimadolmo aderiscono anche i Comuni di Fontanelle, Ormelle, San Polo di Piave, Santa Lucia di Piave, Breda di Piave, Oderzo, Maserada e Vazzola. Il prodotto IGP è contraddistinto dalla etichetta con la denominazione (cui si aggiunge la parola “Piave” per la ristretta produzione golenale).

 

Area di produzione dell’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP
Piazza Martiri, 1 – 31010 Cimadolmo (TV)
Tel. 0422 856233 Fax 0422 856294

 

Area di produzione dell’Asparago di Badoere IGP

La zona di produzione dell’Asparago di Badoere IGP è compresa tra le province di Treviso, Padova e Venezia e interessa i comuni di Morgano, Mogliano Veneto, Quinto di Treviso, Zero Branco, Vedelago, Casale sul Sile, Casier, Istrana, Paese, Preganziol, Treviso, Resana, Piombino Dese, Trebaseleghe e Scorzè.

  • I produttori: sono 18 le aziende attualmente certificate
  • Area coltivata:circa 100 ettari l’area di coltivazione tradizionale dell’asparago di Badoere.
  • Quantitativo prodotto: è ancora limitato poiché il cammino di certificazione è appena iniziato, nel 2012 si è arrivati a 214 quintali, ma il trend è di continua crescita.
  • Zona di Produzione: l'area IGP di coltivazione dell'Asparago di Badoere solca 3 Province e comprende i territori dei comuni di: Piombino Dese, Trebaseleghe nel Padovano, Casale sul Sile, Casier, Istrana, Mogliano Veneto, Morgano, Paese, Preganziol, Quinto di Treviso, Resana, Treviso, Vedelago, Zero Branco nel Trevigiano e Scorzè nel Veneziano.
Insignito dell’IGP nel 2010, l’asparago di Badoere ha però una tradizione secolare in quel lembo di pianura tra i fiumi Sile e Zero.
Affermatosi nel secondo dopoguerra, vanta la più antica mostra: a Badoere lo si festeggia infatti dal 1968.
I turioni, ovvero la parte epigea della pianta, si presentano nelle due tipologie: quella “bianca” (5 varietà) e quella “verde” (5 varietà). Quello bianco presenta un sapore dolce, non acido né salato, tenero e privo di fibrosità; quello verde ha invece sapore marcato, non acido né salato, con aroma fruttato ed erbaceo persistente.
Il Consorzio di Tutela (http://www.asparagodibadoere.it ) è impegnato da tre anni ad implementare la produzione tutelata che è ancora modesta ma che va crescendo costantemente. Basti dire che il cammino è iniziato con solo 5 azienda certificate e oggi si è arrivati a 18, mentre dai 100 quintali IGP del primo anno nel 2012 si sono superati i 200.

 

Area di produzione dell’Asparago di Badoere IGP
Piazza Indipendenza, 2 – 31050 Morgano (TV)
www.asparagodibadoere.it info@asparagodibadoere.it

 

Chiudi